Scuola e intercultura

L’integrazione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana

Il corso propone una ricognizione sull’integrazione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana, offrendo allo stesso tempo alcune indicazioni operative affinché tale integrazione sia sempre maggiore. Per questo Maddalena Colombo, non solo fotografa una condizione emergente (le scuole ad alta percentuale di presenza straniera), ma offre anche alcune raccomandazioni per garantire pari possibilità d’integrazione sociale. Lo stesso vale per Massimiliano Fiorucci (“La didattica delle discipline in contesti multiculturali”), Paolo Morozzo della Rocca (sul tema della cittadinanza), Stefania Scaglione (“Plurilinguismo e lingue d’origine”) e Salvatore Strozza, che si interroga sulla presenza a scuola dei figli degli immigrati, tra partecipazione, successo, rendimento e scelte formative.

Docenti
Maddalena Colombo, docente di Sociologia dell’educazione presso l’Università Cattolica di Milano; Massimiliano Fiorucci, docente di Pedagogia interculturale presso l’Università Roma 3; Paolo Morozzo della Rocca, docente di Diritto privato e Diritto dell’immigrazione presso l’Università di Urbino; Stefania Scaglione, docente di Sociolinguistica presso l’Università per stranieri di Perugia; Salvatore Strozza, docente di Demografia presso l’Università Federico II di Napoli.

Durata
5 settimane

Valutazione e certificazione
Non sono previste forme di valutazione e certificazione del percorso formativo.

Iscrizione
L’iscrizione è libera e gratuita.

L’integrazione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana

I DOCENTI

Maddalena Colombo  è docente di sociologia dell’educazione presso l’Università Cattolica di Milano; dirige il Centro iniziative e ricerche sull’immigrazione di Brescia. Al centro dei suoi interessi e competenze il tema degli esiti e della riuscita scolastica degli studenti stranieri, in particolare delle seconde generazioni nelle scuole secondarie.

Massimiliano Fiorucci è docente di pedagogia interculturale, Università Roma 3. Ha approfondito in particolare i temi della mediazione culturale e delle didattiche interculturali delle discipline; è coordinatore scientifico del CREIFOS (Centro ricerche sull’educazione interculturale) dell’ Università di Roma 3, che ha tra i suoi obiettivi la raccolta e la documentazione delle esperienze e delle ricerche sull’integrazione dei minori stranieri. Coordina la sessione Intercultura della SIPED (Società Italiana di Pedagogia).

Paolo Morozzo della Rocca è docente di diritto privato e di diritto dell’immigrazione presso l’Università di Urbino; ha approfondito in particolare il tema della cittadinanza mantenendo una posizione equilibrata  e una capacità di divulgazione efficace anche nel rapporto con studenti e insegnanti. Fa parte della Comunità di S. Egidio ed è consultore del Pontificio Consiglio per i migranti e gli itineranti.

Stefania Scaglione è docente di sociolinguistica presso l’Università per stranieri di Perugia; coordina una ricerca internazionale sul plurilinguismo degli alunni stranieri, sulle percezioni  e i vissuti riguardo alle questioni linguistiche di insegnanti, allievi e famiglie. Ha già collaborato ad iniziative di formazione del Ministero e ha dato un contributo alla stesura del documento Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri, emanate il 19 febbraio 2014.

Salvatore Strozza è docente di demografia, Università Federico II di Napoli e vicedirettore del Dipartimento di Scienze Politiche. Collabora con il CNR e con l’ISTAT. Ha coordinato  programmi europei con Reti di scuole, soprattutto a Napoli e in Campania. Una delle sue ultime ricerche è Nuovi italiani. I giovani immigrati cambieranno il nostro Paese?, editrice Il Mulino.